crp@federscacchipuglia.it

FSI   FIDE   CONI  

STAMPA


A cura di

Marika Chirulli

FOTOALBUM

NEWS

Pagina 1 di 24  -  Totale notizie: 239


DA PULSANO AI MONDIALI: ANTONIO VARVAGLIONE SI QUALIFICA OTTAVO
Tutto cominciò qualche anno fa con il film della saga di Harry Potter, "La pietra filosofale", che conquistò l'allora bambino Antonio Varvaglione. Da quel momento gli Scacchi sono diventati un elemento basilare nella sua giovane vita e non sono mancate le gioie, le soddisfazioni e le vittorie. Sempre sorretto dalla energica ed esemplare mamma, Rosi De Luca, che non si è mai risparmiata per consentire ad Antonio di percorrere la sua strada, accompagnandolo ovunque, senza mai trascurare la famiglia e il lavoro. Dal circolo di Taranto, in particolare dal suo paese, Pulsano, si è trovato catapultato ai Mondiali di scacchi per disabili, che si sono tenuti on line nei giorni scorsi e conclusisi il 13 novembre. Antonio si è classificato ottavo su 249 partecipanti, con un punteggio di 7,5 su 9. Grande performance, grande risultato, grande orgoglio per Taranto e tutta la provincia, soprattutto per la Puglia. Auguriamo a questo Campione di ottenere risultati sempre più importanti e di progredire ancora fino a conquistare la vetta.
Pubblicato il 17/11/2021


LA SCUOLA REGIONALE DI SCACCHI APRE I BATTENTI
La pandemia ha rappresentato un lungo periodo di deprivazione sotto ogni aspetto: da quello affettivo a quello sociale e lavorativo. Ma se c'è un fuoco che non è riuscito a spegnere è quello che arde nel cuore degli scacchisti: la passione per il Nobil Gioco. Ed ecco che la Puglia, nel lungo cammino verso la normalità, rilancia e alza la posta istituendo la SCUOLA REGIONALE DI SCACCHI. L'istituzione diretta dal Maestro Internazionale Pierluigi Piscopo, con il supporto del Comitato Regionale Pugliese, ha lo scopo di preparare e lanciare i giovani talenti scacchistici Under 10, con la speranza di ritornare alle passate glorie sul territorio nazionale e non solo. La prima classe dell'anno 2021/2022, composta da otto piccoli giocatori, è stata selezionata dai tre Istruttori FSI coinvolti nella formazione: Pierluigi Piscopo, Jiji Delfino e Francesco Messina. Come dei veri "talent scout" hanno seguito, esaminato e analizzato le potenzialità dei piccoli, inserendoli in un progetto che, pur non essendo sperimentale, perché già collaudato dal nostro Direttore, si spera che assuma nel tempo più ampio respiro. Le lezioni si svolgeranno settimanalmente e il corso avrà durata annuale. Sono, inoltre, previsti due stage con cadenza semestrale, in data da definire, prima delle competizioni nazionali. Tutti speriamo che questi piccoli scacchisti vivano questa avventura con gioia, passione, impegno, soprattutto che, di rimando, si raggiungano risultati soddisfacenti e che i nostri "pugliesini" tornino ad occupare i gradini dei podi più ambiti in Italia e anche all'estero.
Pubblicato il 29/10/2021


1) Il PROGETTO POLYMATH e gli SCACCHI: intervista di Piergiorgio Oddifreddi a Garry Kasparov
La matematica, nell'immaginario collettivo, è sempre stata considerata una materia ostica e spesso antipatica. Il Progetto Polymath, avviato dal Politecnico di Torino, intende diffondere una visione più dinamica della materia, soprattutto più concreta, rinnovandone i programmi e liberandoli da tutto ciò che li rende obsoleti e privi di applicazioni al mondo reale. Per attuare tutto ciò, si rende necessario tradurre il mero calcolo in ragionamento, non è più sufficiente la conoscenza di qualche formula e di banali applicazioni. La "società dell'informazione" richiede competenze ben diverse, nuove abilità per analizzare dati e situazioni sempre più complesse. Il Progetto Polymath intende offrire occasioni e spunti di riflessione e di dibattito, con materiali da utilizzare in classe, problemi, giochi, lezioni, oltre ad aggiornamenti, informazioni e proposte. Immancabilmente gli Scacchi si rivelano fondamentali nel raggiungere l'obiettivo del progetto e il loro apporto viene illustrato attraverso due interessanti interviste del matematico Piergiorgio Oddifreddi ai grandi Boris Spassky e Garry Kasparov.
File allegato (PDF File - 2.695 Kb) - Pubblicato il 21/10/2021


2) Il PROGETTO POLYMATH e gli SCACCHI: intervista di Piergiorgio Oddifreddi a Boris Spassky
Continua il nostro viaggio nel Progetto Polymath con la seconda appassionante intervista a Boris Spassky, realizzata dal matematico Piergiorgio Oddifreddi.
File allegato (application/pdf - 65 Kb) - Pubblicato il 21/10/2021


Il PROGETTO SME non si ferma
Dopo tre intense giornate si è concluso a Nova Siri, in provincia di Matera, il corso nazionale di alta formazione per i tecnici coinvolti nel progetto SME. Tra i protagonisti, il pugliese barlettano Michele Santeramo, Delegato Provinciale della BAT, Arbitro Nazionale e Istruttore Nazionale che, grazie al suo lavoro, dà lustro alla nostra regione e porta agli antichi fasti la città di Barletta. "Sono stati tre giorni intensi e produttivi, durante i quali sono stati affrontati con molta professionalità gli aspetti inerenti ad un nuovo modo di proporre l'insegnamento degli scacchi nelle scuole", ha dichiarato Andrea Bruni, Responsabile Nazionale del Progetto SME che ha aperto i lavori lunedì scorso. (Fonte: profilo Facebook "Scacchi Metafora Educativa) Ora, in vista dell'imminente riapertura delle scuole, gli istruttori coinvolti nel Progetto SME sono pronti per tornare in aula a riprendere le attività in presenza con gli studenti delle classi primarie e secondarie. (FONTE: profilo Facebook di Scacchi Metafora Educativa)
Pubblicato il 09/09/2021


Medioevo in digitale: gli Scacchi alla "Giostra della Rocca"
L'amico degli scacchisti pugliesi, Luca Moroni, sarà uno dei più forti campioni italiani, scelti tra i più titolati, a rappresentare una delle Contrade alla 33^ edizione della "Giostra della Rocca" a Monselice, domenica 11 settembre dalle ore 9.30 alle ore 18. La novità di quest'anno è che le partite saranno giocate su scacchiere elettroniche e trasmesse via web. Di seguito l'articolo pubblicato sul sito della FSI (link della fonte nel titolo): "Una partita in cui i pedoni e i pezzi sono esseri umani, guidati da due giocatori di livello nazionale. Accadrà l'11 settembre a Monselice, storica città medioevale in provincia di Padova. Lungo tutto il mese di settembre infatti, le 9 contrade di Monselice danno vita alla cosiddetta “Giostra della Rocca”, sfidandosi in una serie di gare composta dalla prova di forza alle macine, dal tiro con l’arco, dalla corsa a staffetta, dalla quintana agli scacchi. Il torneo di scacchi ha preso il nome di “Palio delle Contrade” perché darà alla Contrada vincitrice l’onore di fregiarsi del Palio di Monselice nella sfilata delle Contrade (nella foto) e dei loro quasi duemila figuranti. Quest’anno il torneo, giunto appunto alla 33^ edizione, si disputerà domenica 11 settembre dalle ore 9.30 alle ore 18. Si tratta di un torneo "rapid" all’italiana in cui ognuna delle nove contrade è rappresentata da un giocatore di prestigio. Nel corso degli anni il livello tecnico si è alzato sempre di più ed attualmente giocano campioni titolati fra i più forti in Italia. La novità di questa edizione è che le partite saranno giocate su scacchiere elettroniche e immesse nel web. Sarà allestita una sala a parte, con ingresso gratuito del pubblico, nella quale un forte maestro illustrerà e commenterà le partite in tempo reale. Alla fine le due Contrade prime classificate si sfideranno nella storica cornice di Piazza Mazzini in una partita, animata dai propri figuranti come scacchi viventi, e che costituirà il momento più spettacolare della giornata I nomi dei giocatori che rappresenteranno le contrade si conosceranno solo all'ultimo momento, ma nell'albo d'oro ci sono nomi come Luca Moroni, vincitore nel 2018, e Alessio Valsecchi, primo nel 2019."
Pubblicato il 09/09/2021


SCACCHI: elisir di lunga vita per Manuel Alvarez Escudero
Il simpatico e arzillo nonnino "Manuel Alvarez Escudero è nato nel 1921, e tra un mese compie 100 anni. L'età avanzata non gli ha tolto il gusto di giocare, tanto che qualche giorno fa ha partecipato, nella cittadina di San Lorenzo de El Escorial, vicino Madrid, a un torneo semilampo, dove ha ottenuto un buonissimo sedicesimo posto (su 64 partecipanti), con 4,5 punti su 7. Nel secondo turno ha giocato contro Xia Zhe, un bambino di dieci anni: solo negli scacchi è possibile che due persone con 90 anni di differenza possano competere alla pari. E indovinate chi ha vinto? Escudero, che ha fatto valere, è il caso di dirlo, la sua esperienza. Escudero inoltre, che vanta un dignotoso elo Fide di 1646, ha anche ottenuto il primo posto tra i veterani. Insomma, la dimostrazione vivente che gli scacchi sono un gioco buono per tutte le età." (FONTI: Le foto sono di Manuel Garcia, tratte dalla pagina Facebook della Fide L'articolo è tratto dalla pagina Facebook della FSI)
Pubblicato il 09/09/2021


La REGIONE PUGLIA omaggia il campione MATTIA MURRA
Di seguito si riporta il post pubblicato dalla Regione Puglia su un noto social network: "Guagnano (Lecce) ha il suo giovanissimo campione d'Italia. Lui è Mattia Murra, ha 10 anni e da sabato è il più forte giocatore di scacchi italiano nella categoria under 10. Un vero talento, cresciuto nell'Accademia Salentina degli Scacchi di Pisignano (Vernole, Lecce) dopo anni trascorsi con un allenatore molto speciale: nonno Antonio. Grande Mattia, sempre scacco matto!" Si allega il video della premiazione.
Pubblicato il 05/09/2021


Simpaticissima intervista del leccese MATTIA MURRA
Un piccolo grande campione si presenta senza filtri con la semplicità tipica della sua età. Le due espressioni di bambino e grande scacchista si coniugano con un perfetto incastro in Mattia Murra.
Pubblicato il 05/09/2021


Un “Piccolo principe” degli scacchi, dal Salento ai mondiali in Cina
Dal sito www.teleramanews.it un articolo sul nostro campione Nazionale Under 10: Mattia Murra
Pubblicato il 05/09/2021


Indietro   [ 1 ][ 2 ][ 3 ][ 4 ][ 5 ][ 6 ][ 7 ][ 8 ][ 9 ][ 10 ][ 11 ][ 12 ][ 13 ][ 14 ][ 15 ][ 16 ][ 17 ][ 18 ][ 19 ][ 20 ][ 21 ][ 22 ][ 23 ][ 24 ]   Avanti

Risoluzione grafica minima consigliata: 1024 x 768 - Sito realizzato da Giuseppe Rinaldi