crp@federscacchipuglia.it

FSI   FIDE   CONI  

    BLOG


    A.D. SCACCHI
    FOGGIA


    FOGGIA - FG

    COMITATO REG.

    ELENCO SOCIETA'

    CALENDARIO

    NOTIZIARIO

    BLOG

    IN EVIDENZA:

    INTERPROVINCIALE Foggia – BAT

    Archiviamo il campionato provinciale di Scacchi 2018 giocato a Cerignola presso il Polo Museale civico grazie alla collaborazione della Pro Loco. Ringraziamo ancora i nostri sponsor che hanno messo a disposizione i premi per i vincitori, e cioè la Tabaccheria Del corso, Pizzeria Ristorante Marechiaro, Pizzeria Mezzaluna, Ramses Pub di Canosa di Puglia. Complimenti ai due nuovi campioni provinciali: Rocco Di Gianni per la provincia di Foggia, attuale presidente dell'A.D Foggia Scacchi e Alberto Quarto per la BAT. Sul secondo gradino del podio Luigi Ciavarra vincitore della fascia Elo 1800-1999 mentre il terzo posto è stato conquistato da Vincenzo Rubillo. Premio per il migliore nella fascia Elo 1600-1799 Luigi Vece, sempre presente ai campionati provinciali, nonostante risieda a Milano. Premio per il migliore della fascia Elo 1400-1599 conquistato da Paolo Nuzzolese che grazie alla sua performance è stato promosso anche 3N. Complimenti vivissimi anche ai partecipanti del torneo amatoriale, che hanno espresso un buon livello di gioco. Vincitore del torneo con 5,5/6 punti, la giovane promessa Davide Saracino. Secondo posto per Grieco Pio, prossimo a fare il salto di categoria. Terzo posto conquistato da Claudio Caiaffa, anche lui prossimo al salto di categoria. Un ringraziamento all'arbitro, sempre disponibile, a tutti i partecipanti, è un grosso applauso ai tre bambini presenti al torneo, che nonostante la giovane età 6/9/12 anni non hanno avuto paura di confrontarsi con gente più grande ed esperta di loro. Ora il prossimo appuntamento per l'A.d Foggia Scacchi è per il 17 febbraio presso il GrandApulia dove si svolgerà la partita di scacchi viventi.

    Pubblicato il 13/03/2018


    Vedi tutte le notizie

    Risoluzione grafica minima consigliata: 1024 x 768 - Sito realizzato da Giuseppe Rinaldi